Spedisci un sorriso

Analisi del bisogno. Il progetto risponde alla necessità di avere un feedback psicologico sull’efficacia degli interventi dei clown-dottori dell’Associazione e sull’andamento della degenza in modo da indirizzare il personale medico e volontario verso interventi mirati più efficaci.

Destinatari. Pazienti ospedalizzati, sia il bambino che il genitore assieme a lui ricoverato, presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica e presso la Clinica Pediatrica del Policlinico Universitario “G. B. Rossi” di Verona.

Descrizione del progetto. Il progetto consiste nella realizzazione di cartoline da consegnare ai bambini, ricoverati presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica e presso la Clinica Pediatrica del Policlinico Universitario “G. B. Rossi” di Verona, a cura dei clown-dottori dell’Associazione durante il loro servizio di comicoterapia.
Le cartoline, realizzate in cartoncino ecologico alimentare, presentano un lato stampato con inchiostri per alimenti con tutti i riferimenti dell’Associazione Progetto Sorriso e del volontario-clown che ha consegnato la cartolina e l’altro lato libero per poter essere disegnato liberamente dai bambini.
Con le cartoline, il clown-dottore consegnerà al bambino anche dei pennarelli atossici, lavabili, con tappo antisoffocamento, per realizzare i propri disegni o per scrivere i propri messaggi. La confezione di pennarelli, rimarrà al bambino e non verrà scambiata con altri bambini per evitare contaminazioni incrociate (soprattutto per i bambini nelle stanze d’isolamento).
Le cartoline disegnate verranno imbucate dal bambino/genitore in una cassetta della posta appositamente dedicata con particolari requisiti di sicurezza ed igiene.
Le cartoline imbucate verranno estratte ed analizzate dagli psicologi in servizio nei Reparti (uno per Reparto) che, attraverso l’analisi e l’interpretazione del messaggio scritto sulle cartoline o del disegno eseguito (soggetto disegnato, tipo di tratto, tonalità di colore….), cercherà di ricavare un feedback sullo stato psicologico del bambino, sul suo trend, sull’efficacia del servizio di comicoterapia svolto dai clown-dottori oppure sull’opportunità di intensificare o modificare gli interventi adattandoli alle necessità contingenti.
E’ prevista l’installazione di due cassette postali, una per ogni Reparto Pediatrico coinvolto dal progetto.
Nel rispetto della vigente legislazione sul trattamento dei dati personali (privacy), i dati delle cartoline non verranno raccolti dall’Associazione ma esclusivamente dallo psicologo del Reparto. Questi dati verranno trattati dall’Associazione unicamente in modo anonimo ed in forma aggregata.
Si prevede la pubblicazione di un rapporto sull’efficacia del progetto dopo circa dodici mesi di attuazione in modo di avere una quantità significativa di dati da elaborare.

Risultati attesi. Ci attendiamo un beneficio per i bambini e per i loro genitori ricoverati con un feedback pressoché immediato sullo stato psicologico che permetterà interventi di sostegno alle famiglie più mirati e con tempi di reazione estremamente contenuti.
La misurazione del servizio di comicoterapia inoltre, permetterà agli organi direttivi dell’Associazione l’adozione di indicatori di efficacia del servizio stesso altrimenti di difficile realizzazione ed attendibilità.

Tempi di realizzazione. Inizio operatività del progetto: gennaio 2014.

Hanno collaborato per la realizzazione del progetto:
- Fondazione Cattolica Assicurazioni,
- FILA SpA,
- ABEO Verona,
- ANAVI Verona.
GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE!